Novità per i medici, dovranno indossare Apple in sala operatoria: la novità

Superando ostacoli e preoccupazioni iniziali, questa nuova svolta tecnologica nelle sale operatorie potrebbe avere diversi lati positivi.

Nel mondo della medicina, l’innovazione tecnologica è una delle frontiere che desta maggior interesse, con nuovi strumenti e metodologie che promettono di rivoluzionare il modo in cui vengono fornite le cure. Questi avanzamenti mirano sia a migliorare l’efficacia degli interventi chirurgici, sia a ottimizzare i processi e le procedure, rendendo l’assistenza più sicura, efficiente e organizzata. In questo contesto, una curiosa vicenda ha attirato l’attenzione della comunità medica globale.

i medici dovranno indossare apple in sala operatoria
La tecnologia si introduce sempre più nel mondo della medicina – neuragate.it

La redazione di Gizmodo, rinomato portale dedicato alla tecnologia e all’innovazione, ha recentemente avuto l’opportunità di intervistare un esperto che sta lavorando a stretto contatto con questo nuovo strumento. Il focus dell’intervista si è concentrato su come la tecnologia, in particolare un dispositivo prodotto da Apple, stia per essere adottata in modo innovativo nel contesto delle operazioni chirurgiche. L’esperto ha condiviso le sue riflessioni su come tale tecnologia possa risolvere alcune delle sfide più noiose ma fondamentali affrontate oggi dai team di medici.

La tecnologia al servizio della medicina: sale operatorie sempre più tecnologiche

La società eXeX sta sviluppando software da utilizzare nelle sale operatorie tramite il Vision Pro, il visore per realtà mista del valore di 3.500 dollari pubblicato qualche mese fa da Apple. Questa tecnologia mira a superare uno degli aspetti più problematici della chirurgia: la gestione e l’organizzazione del processo chirurgico. Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, l’innovazione proposta da eXeX non si concentra sulle applicazioni chirurgiche dirette della realtà virtuale, come la visualizzazione tridimensionale del campo operatorio, ma piuttosto sull’ottimizzazione dell’organizzazione pre e post operatoria.

sale operatorie sempre più tecnologiche
L’Apple Vision Pro verrà usato anche nelle sale operatorie (Foto YouTube Apple) – neuragate.it

Robert Masson, neurochirurgo e CEO di eXeX, descrive la sala operatoria come un ambiente dove regna la teoria del caos, con una mancanza quasi totale di standardizzazione nel processo chirurgico. Questa realtà contrasta fortemente con l’immagine di un’assistenza chirurgica sofisticata e all’avanguardia, rivelando la necessità di un cambiamento radicale nei metodi organizzativi utilizzati.

Il prodotto principale di eXeX, che funziona sia su tablet che attraverso il visore Apple Vision Pro, introduce un ambiente software rivoluzionario progettato per supportare i chirurghi e il personale infermieristico nella gestione delle attrezzature e nella documentazione, puntando a una maggiore efficienza e riduzione dello stress in sala operatoria. Il sistema proposto da eXeX offre guide di riferimento olografiche e listini interattivi, che aiutano il personale a rimanere orientato e a prevenire dimenticanze o errori nel reperimento degli strumenti chirurgici necessari.

La decisione di utilizzare il visore Apple Vision Pro in sala operatoria segna quindi un passo significativo verso l’integrazione della tecnologia avanzata nel campo della salute. Questo dispositivo permette di interagire con dati e informazioni in modo sterile e senza contatto, evitando di compromettere l’ambiente asettico fondamentale per la sicurezza degli interventi.

Impostazioni privacy