American National Standards Institute Inc.

Ecco le novità Google di quest’anno per alcuni dei suoi dispositivi.

Da poco si è tenuta la presentazione dei nuovi dispositivi Google, ma non mancano ad arrivare gli aggiornamenti per tutto il resto dei suoi dispositivi e app come Assistant, Nest Hub max e G Home.

Partiamo subito e vediamo le novità.

Google Nest Hub max

Novità google

Il dispositivo Nest Hub Max è stato aggiornato alla versione 32. Ovviamente non tutti l’hanno già ricevuta, però è solo questione di aspettare un po’ di tempo per chi possiede questo dispositivo.

  • Gestione delle schede: tutte le schede che vengono mostrate sotto, grazie ad una pressione prolungata ora possono essere eliminate.
  • Tema scuro: arriva la possibilità di scegliere tra i temi chiaro o scuro, oppure impostare su ‘automatico’.
  • Interfaccia utente: sono state inserite le tab in alto a destra così da poterne migliorare l’interazione con il display.
  • Note: si potranno aggiungere delle memo sulla home con un comando vocale.

Novità Google Assistant

Le novità non sono state ancora rese pubbliche e disponibili, ma il codice dell’applicazione Google App suggerisce dei cambiamenti come:

  • Informazioni sul sonno: si potrà chiedere a Google Assistant le informazioni sul proprio sonno. Ovviamente questo è possibile se monitorate il vostro sonno con il fitbit o qualche altro smartwear collegato all’app di google.
  • Info su salute e fitness: si potranno chiedere informazioni anche sulla propria salute, inoltre sul display google vi fornirà dei consigli su come migliorare la vostra situazione. Per motivi di privacy, la scheda che google genererà per rispondere alla domanda verrà cancellata subito dopo.

Leggi anche: Riepilogo evento Pixel 5 di Google


Google Home

Novità google home

Cosa migliora, invece, sull’app Home?

  • Routine Home & Away: permette di gestire dei comandi o delle azioni sia mentre si è in casa che mentre si è fuori. Si potranno attivare le routine in precedenza impostate tramite due pulsanti presenti nel menu laterale.
  • Rilevamento presenza: se darete a google il consenso di tracciare la vostra posizione, quando quest’ultimo rileva che state rientrando a casa e siete ad esempio sulla soglia della porta, questo accenderà le luci per voi se avete in precedenza configurato questa routine.

Se non avete ancora ricevuto nessuno di questi aggiornamenti non vi preoccupate perché tra qualche settimana potreste già averli ricevuti.

Fonte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Antonio Furioso

Antonio Furioso

Fondatore di Neuragate. Credo molto in quello che le immagini possono comunicare, per questo sono fortemente attratto dalla Computer Vision. Mi piace tutto quello che è nuovo. La curiosità è quella che mi spinge oltre le aspettative e a fare sempre di più.