Nomad

Nomad sviluppa la propria AirPower per dispositivi Apple

AirPower esiste ma non è prodotto da Apple; infatti la nota base wireless per ricaricare i dispositivi della mela (simile a quella progettata da Apple) è prodotta da una società terza chiamata Nomad.

Nomad sviluppa Base Station Pro: la base di ricarica wireless, che guarda lì dove Apple ha fallito.

AirPower è sicuramente il più grosso fallimento di Apple degli ultimi 15 anni. Un prodotto che inizialmente era stato pensato per uscire assieme ad iPhone X e iPhone X Max; come accessorio per ricaricare tutti i dispositivi tramite induzione wireless.

Nel corso dei mesi, l’uscita di AirPower è stata sempre rimandata, fin quando solo un anno fà, il progetto dell’AirPower è stato accantonato da Apple. Il motivo: la mancanza di progetti validi e un brevetto commercializzabile.

Ma dopo l’abbandono di Apple, un’altra coraggiosa società ha visto in un fallimento della società di Cupertino un grosso vantaggio; la Nomad Goods di Santa Barbara in California sta sviluppando infatti una propria base wireless per la ricarica.

Nomad

Base Station Pro, l’AirPower di “terze parti”

Base Station Pro, è questo il nome commerciale per il nuovo prodotto di Nomad; un’innovativa base per la ricarica di dispositivi wireless in grado di ricaricare qualsiasi dispositivo che abbia il supporto alla ricarica wireless.

Ciò significa che se voi possedete qualsiasi dispositivo; che sia Apple o Android basta che supporti la ricarica ad induzione (es Samsung Galaxy S10 e Note 10); e la base ricaricherà il vostro dispositivo.

Ma non solo, supporta anche la ricarica wireless se presente su cuffie wireless (AirPods e EarBuds), smartwatch (Apple Watch e Samsung Gear) e dispositivi indossabili.

La nuova base, possiederà un unico sistema di ricarica wireless ultrarapida svilupatta dalla società in collaborazione con Aira e il suo brevetto FreePower; che prometteranno una ricarica tra le più veloci in wireless e il supporto all’ultimo standard per la USB-Type C.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram