easyjet hack

Hackerato EasyJet: colpiti 9 milioni di clienti

La compagnia aerea britannica EasyJet ha affermato di essere stata vittima di un attacco hacker e perciò dati di 9 milioni di loro clienti sarebbero stati esposti a rischi elevati – da ciò che afferma Bloomberg News.

La società EasyJet ha dichiarato che di questi 9 milioni solamente 2.208 sono rimasti vittime di un attacco hacker “sofisticato”, rivelando quindi dettagli riguardanti le loro carte di credito.

E adesso?

EasyJet ha comunque dichiarato di aver già chiuso l’accesso non autorizzato che ha consentito la violazione dei dati e inoltre la società ha contattato i clienti malcapitati evidentemente scusandosi dell’accaduto.

La compagnia aerea afferma che “non vi è alcuna prova che qualsiasi informazione personale di qualsiasi natura sia stata utilizzata in modo improprio” e ha dichiarato di voler contattare tutti quanti i 9 milioni di clienti rimasti vittime di questo attacco hacker entro il 26 maggio.

C’è da dire comunque che nessun dettaglio inerente ai passaporti sono stati esposti all’hack, riferisce The Guardian.

Leggiti anche: Come diventare Ethical Hacker

EasyJet hackerata: tentativi di phishing

Aldilà dei malcapitati 2.208 le cui informazioni riguardo alle carte di credito sono state esposte, il problema più grande è quello legato ai restanti 9 milioni di clienti che potrebbero ricevere email di phishing in cui i truffaldini cercherebbero di ottenere informazioni e dati sensibili come dettagli sul proprio passaporto o sui mezzi di pagamento utilizzabili.


Il phishing è una truffa informatica effettuata inviando un’e-mail con il logo contraffatto di un istituto di credito o di una società di commercio elettronico, in cui si invita il destinatario a fornire dati riservati.


A proposito di questo la società afferma che sta provvedendo ad avvertire i clienti di essere cauti su eventuali e-mail indesiderate che dichiarano di provenire da EasyJet o EasyJet Holidays.

“Vorremmo scusarci con quei clienti che sono stati colpiti da questo incidente”, ha dichiarato il CEO di EasyJet Johan Lundgren in una nota. “Stiamo contattando quei clienti le cui informazioni di viaggio sono state consultate e li stiamo avvisando di essere più vigili, in particolare se ricevono comunicazioni indesiderate”.

Fonte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram