Oneplus raggi X

Perché OnePlus ha inserito una fotocamera a Raggi X nell’8 Pro?

Negli ultimi giorni si è acceso un focoso dibattito sulla presunta “fotocamera a raggi X” dell’OnePlus 8 Pro.

Spoiler: no, non si tratta esattamente di visione a raggi X, ma spieghiamo esattamente come e perché avviene questo fenomeno per fugare ogni dubbio.

La polemica

Un paio di giorni fa gli utenti OnePlus hanno scoperto che il filtro “Photochrom” dell’OnePlus 8 Pro riusciva a vedere attraverso la plastica opaca ed i vestiti.

Il filtro, che è presente nell’app fotocamera del dispositivo, è diventato subito il centro di una polemica sulla privacy degli utenti.

Puntando la fotocamera col filtro Photochrom su oggetti comuni di elettronica come smartphone, telecomandi ed elettrodomestici si potevano vedere i componenti interni.

Inoltre, anche coprendo questi oggetti con una maglietta, continuavano ad essere visibili attraverso la fotocamera.

Si tratta veramente della famosa visione a raggi X di Superman? OnePlus sta forse cercando un modo per spiarci nella nostra vita privata?

Ovviamente nulla di tutto questo, vediamo il perché.

Come funziona in realtà Photocrome

Oltre alla lente principale, quella ultra grandangolare e il teleobiettivo, OnePlus 8 Pro ha un sensore dedicato al filtraggio dei colori.

La maggior parte di fotocamere cerca di bloccare tutti i raggi infrarossi (IR) perché provocano interferenze con l’entrata della luce nell’obiettivo.

Ricordiamo che l’occhio umano riesce a vedere solo una parte dello spettro completo della luce, e la luce IR non è visibile perché non fa parte dello spettro visibile .

Però, con Photochrom, il sensore di OnePlus va proprio a ricercare lunghezze d’onda infrarosse per dare un particolare effetto con colori completamente invertiti e snaturati.

La maggior parte della plastica che abbiamo nei nostri dispositivi sembra opaca con la luce visibile, ma per le lunghezze d’onda inferiori è totalmente trasparente.

Questo perché questi dispositivi devono essere completamente permeabili all’IR per poter ricevere segnali come quelli del telecomando, che altrimenti verrebbero bloccati.

Riguardo ai vestiti invece, la stragrande maggioranza di tessuti è piena di spazi fra le intrecciature delle fibre ed è abbastanza sottile da permettere il passaggio di un buon quantitativo di luce IR.

Quindi, la regola è che se la luce ad infrarossi può passare attraverso una superficie, allora il filtro Photocrome permetterà di vedere attraverso di essa.

La risposta di OnePlus

OnePlus ha subito limitato l’uso del filtro con un update, ma il sensore rimane sempre lì e può essere utilizzato.

La nostra teoria è che OnePlus abbia introdotto il sensore per il filtraggio dei colori come feature di spicco per distinguersi dalle fotocamere degli altri smartphone.

Il tutto però senza rendersi effettivamente conto del fatto che il sensore fosse in grado vedere attraverso i vestiti.

Infatti, questo è successo più volte in passato ad altri brand, per lo stesso tipo di filtro che lasciava passare la luce IR.

Supponiamo che l’azienda si sia accorta di questo effetto indesiderato troppo tardi nel processo di creazione dello smartphone. Talmente tardi da non potersi permettere di ripartire da zero.

È infatti molto strano come un brand come OnePlus che ha degli standard molto alti abbia installato una lente apposita per questa funzione.

Pensate al fatto che abbiamo dovuto aspettare fino al 2020 per avere finalmente la ricarica wireless, solo perché fino ad ora non era abbastanza veloce per i loro standard.

OnePlus non può aver installato una lente apposita solo per un banale filtro che si poteva fare anche via software.

Purtroppo non abbiamo nessuna dichiarazione ufficiale in merito, ma pensiamo che OnePlus volesse pubblicizzare il sensore come unico nel suo genere fino a quando non hanno scoperto gli effetti secondari.

Che ne pensate Booters? Siete d’accordo con noi?

E poi, se ci fossero stati intenti maligni l’azienda non avrebbe certo lasciato il problema così in bella vista.

OnePlus ha infine annunciato che con gli aggiornamenti futuri cambierà la funzione della modalità Photochrom per eliminare tutti i dubbi sulla sicurezza.

Fonte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram