Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Se pensi che la tecnologia non possa risolvere pandemie allora ti sbagli, vediamo come il coronavirus sarà sconfitto dall’ IA.

Ormai è da inizio febbraio che l’ argomento Coronavirus si trova ovunque, in ogni notiziario, giornale e post, quindi non vogliamo parlare di contagi e morti, non è il nostro campo.

Siamo qui perchè vediamo la tecnologia come un martello ed ogni problema come un chiodo.

Che cos’è l’ IA e perché fa al caso nostro

IA sta per Intelligenza Artificiale e, per farvi capire come funziona, vi basti pensare ad una mente umana: ti poni un problema e trovi le soluzioni ad esso, ovviamente più volte ti alleni a risolvere quel problema e più sarai veloce e preciso.

immagine di Vectra

Quando si crea un’ Intelligenza Artificiale, bisogna avere dei dati di allenamento che servono a migliorare e ad allenare l’ algoritmo.

Un algoritmo non è altro che un processo che porta alla soluzione di un problema.

Ora che sappiamo qualcosina di più possiamo scoprire come un algoritmo di IA possa fare al caso nostro per contrastare il coronavirus. (Se vuoi approfondire clicca qui).

Fare previsioni e simulazioni

I supercomputer, come il SUMMIT, possono compiere una quantità impressionante di calcoli al secondo, quindi, se usassimo grandi set di dati (anche detti big data) per allenare algoritmi di IA, potremmo capire come il contagio e il virus si evolveranno.

ecco come si presenta il supercomputer SUMMIT

Questo ci potrebbe permettere di sapere quali sono le zone del mondo, ma anche i quartieri, più a rischio, o le zone più sicure per le persone sane e per allestire quarantene.

Non ci scordiamo che l’ IA potrebbe essere usata per creare prognosi efficaci ed efficienti, per una guarigione ottimale del paziente.

Controllo delle norme igieniche

Nei paesi più colpiti dal virus, non osservare banali norme igieniche potrebbe essere un grande rischio per la società stessa, ma con un algoritmo di Intelligenza Artificiale, collegato alle telecamere di sorveglianza, potremmo scoprire chi non osserva le norme in vigore.

In questo caso si andrebbe ad interferire con la privacy di un individuo, ma dopotutto il fine giustifica i mezzi, no? Siete d’ accordo?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Valerio Cattedra

Valerio Cattedra

Ciao! Il mio nome è Valerio e sono un inguaribile curioso. Nella vita mi sono sempre dedicato a conoscere, per questo la mia più grande passione è scoprire nuovi luoghi e nuove tecnologie. Il mio obiettivo? Far conoscere questo stile di vita proprio a te.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti