American National Standards Institute Inc.

Microsoft sta per fare un grande affare acquistando Bethesda.

Per chi non conoscesse Bethesda, questa è un’azienda di proprietà della ZeniMax Media che produce videogiochi per console e computer. Alcuni dei suoi giochi più famosi sono Doom, Fallout, e The Elder Scrolls.

L’affare di 7,5 miliardi di dollari è quasi concluso e ora bisognerà vedere come procederà Microsoft con la distribuzione dei giochi.

L’acquisto di questa società da parte dell’azienda fondata da Bill Gates, è una delle mosse migliori che la divisione Xbox potesse fare. Questo permetterà alla stessa di avere più giochi e più esclusive per convertire gli utenti alla console.

Una delle altre cose propositive è sicuramente l’integrazione con Game Pass. Game Pass, infatti, con un abbonamento di 15 euro al mese, permetterà agli utenti di giocare online e in multiplayer ai giochi più recenti. Inoltre, in futuro chi possiederà l’abbonamento avrà la possibilità di giocare in Cloud (leggi qui) anche da smartphone!

Esclusività o disponibilità?

Bethesda

Non si è capito bene se con questa mossa, Microsoft voglia avere più esclusive. E le parole del CEO Satya Nadella sono state molto vaghe dicendo che i giochi saranno “ampiamente disponibili”.

Quello che potrebbe accadere con l’esclusività dei giochi Bethesda

In caso di esclusività dei giochi, questo potrebbe portare molti più gamer a convertirsi a Xbox e inoltre, come già detto, grazie a Game Pass si potrebbe giocare a qualunque gioco.

L’unica pecca di questa ipotesi è che i giochi in esclusiva limitano molto la giocabilità da parte di tutti gli utenti e questa non è di certo una buona esperienza utente.

Disponibilità dei giochi Bethesda

Invece, in caso di disponibilità dei giochi, Microsoft ne risulterebbe comunque avvantaggiata perché andrebbe a guadagnare distribuendo i giochi su più piattaforme.


Al momento non ci sarà una risposta fino all’anno prossimo, perché la vendita deve essere ancora conclusa.

Fonte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Antonio Furioso

Antonio Furioso

Fondatore di Neuragate. Credo molto in quello che le immagini possono comunicare, per questo sono fortemente attratto dalla Computer Vision. Mi piace tutto quello che è nuovo. La curiosità è quella che mi spinge oltre le aspettative e a fare sempre di più.