Protesi occhio

Le protesi oculari che faranno recuperare la vista

I film di fantascienza hanno sempre avuto personaggi con occhi artificiali o bionici, ma quanto dista la realtà dal mondo cinematografico?

Per decenni gli scienziati hanno cercato di riprodurre artificialmente il funzionamento dei nostri occhi per creare degli impianti oculari.

In parte ci siamo riusciti con le fotocamere, ma siamo in grado di creare un occhio prostetico da impiantare per curare la cecità?

Una protesi biomimetica

L’occhio è un organo molto complesso ma perfettamente calibrato per il suo lavoro.

La nostra retina riduce naturalmente la dispersione della luce che attraversa la lente, affinando la messa a fuoco.

Già solo il replicare la forma sferica della retina oculare è una sfida, che però alcuni ricercatori sono riusciti ad affrontare con successo.

Il team di ricercatori, che ha pubblicato un articolo su Nature, è riuscito a ricreare un occhio cibernetico che imita il funzionamento dei nostri occhi, e per questo si può definire biomimetico.

Potrebbe interessarti anche: Hard Disk basati sul DNA

L’occhio artificiale presenta una retina formata da una membrana che contiene un allineamento di sensori fotografici in microcavi.

La retina si interfaccia poi ad un sistema di cavi in metallo liquido che simula i nervi ottici. Fra la retina e la lente c’è anche del liquido ionico per simulare l’umore vitreo.

Protesi oculare
Rappresentazione grafica dell’impianto oculare
Photo credits: Nature

La ricerca continua

L’occhio artificiale è in grado di captare la luce e mostrare le immagini catturate come fosse una fotocamera.

Però siamo comunque lontani dal poter curare la cecità, ci sono vari problemi da risolvere prima.

Lo scoglio più grande è il modo con cui la protesi si interfaccerà con il cervello, gli impulsi devono poter essere decodificati in tutta sicurezza.

Inoltre non esiste un solo tipo di cecità ci sono molti casi da vagliare e analizzare.

Ovviamente gli scienziati continueranno a cercare modi per implementare la tecnologia nelle protesi. Però è stato comunque raggiunto un punto importante per il progresso biotecnologico.

Fonte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram