Starlink SpaceX

SpaceX lancia in orbita 60 satelliti Starlink

L’azienda aerospaziale SpaceX ha mandato con successo in orbita 60 nuovi satelliti Starlink che vanno ad aggiungersi ai 362 già lanciati in passato.

Sono stati lanciati col razzo riutilizzabile Falcon 9, che alle 21:30 del 22 aprile è partito dalla base di Cape Canaveral, in Florida per poi tornare sulla Terra senza problemi.

Il progetto Starlink

Il progetto prevede di creare una rete di satelliti posizionati nella bassa orbita terrestre, usandoli poi come base per un servizio di connessione ad internet per tutti.

Dall’inizio del 2020 l’azienda ha già fatto 4 lanci, arrivando agli attuali 422, ed ha in programma di far partire il servizio di connessione con Starlink in America e Canada entro la fine del 2020.

È in quest’ottica che i lanci non si stanno fermando neanche durante l’attuale emergenza sanitaria per il Covid-19.

Il punto di arrivo per il progetto Starlink è garantire la copertura globale con la connessione a banda larga ad alta velocità e a basso costo.

Per avere copertura in ogni paese è stato stimato che si raggiungerà il numero di 42.000 satelliti totali e l’azienda spera di raggiungere questo numero entro i prossimi tre anni.

Starlink SpaceX

Potrebbe interessarti: SpaceX

Le sfide di SpaceX

Gli astronomi hanno più volte espresso il timore che un numero così elevato di satelliti possa interferire con l’osservazione dello spazio.

Il CEO e fondatore di SpaceX, Elon Musk, ha risposto che tutti i satelliti verranno ricoperti con materiale protettivo che non rifletterà la luce.

Però la copertura dei satelliti già in orbita avverrà solo durante i prossimi lanci, quindi bisogna ancora vedere se la soluzione sarà efficace.

Nei piani di SpaceX entro la fine dell’anno ci sarà l’Open Beta del servizio, resta solo vedere come prenderà vita la visione di Elon Musk.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram