SARS cov 2

La vera cura per il SARS-CoV-2

Il SARS-CoV-2, chiamato coronavirus, nome generale che indica la famiglia di appartenenza del virus, ha seminato il panico in tutto il mondo: oggi vi mostreremo i passi in avanti che la scienza ha fatto finora.

Dov’è nato SARS-CoV-2

E’ partito dalla piccola città di Wuhan verso la fine del 2019 e si è trasformato in una pandemia grazie alla sua capacità di diffondersi per via aerea, tramite la saliva e tosse.

Si parla in questo caso di “salto” di soggetto contagiato grazie alla capacità di evoluzione dei coronavirus, tipica della loro famiglia, che ha permesso al SARS-CoV-2 di passare da un animale iniziale, probabilmente un pipistrello, all’essere umano.

Nuova minaccia o vecchio nemico?

Per molti potrebbe essere la prima volta che sentono parlare di “coronavirus” e potrebbero essere indotti a pensare che sia un patogeno completamente nuovo all’essere umano.

Invece, l’ epidemia di SARS (Severe Acute Respiratory Syndrome) del 2002-2003 e di MERS (Middle-East Respiratory Syndrome) del 2013, derivano dalla stessa famiglia di patogeni.

Il ceppo virale col tempo ha migliorato la sua difesa contro le armi umane, forte delle sue precedenti sconfitte, ed è per questo che la sua diffusione è fortemente aumentata rispetto alle precedenti epidemie.

I contagiati

I soggetti presi particolarmente di mira dal SARS-CoV-2 presentano un sistema immunitario indebolito o non ancora del tutto sviluppato come anziani o bambini, ma anche persone affette da patologie o che hanno subito un intervento di recente.

Essendo in grado di contagiare potenzialmente soggetti di ogni età, i sintomi possono manifestarsi in maniera più o meno severa a seconda dell’individuo.

Per ora il tasso di mortalità si aggira attorno al 3% negli anziani con patologie pregresse e diminuisce per tutte le altre categorie sopracitate.

Ad oggi i contagiati sono in costante aumento, così come i morti e al contempo i guariti, sempre più numerosi del numero totale di morti registrate.

L’Italia vanta un triste primato di 27.980 infetti, 2.158 morti e 2.749 guariti ma sembrerebbe che i contagiati siano meno giorno per giorno e i guariti in aumento. Nel mondo si contano all’incirca oltre 185.000 casi, 7.330 morti e oltre 79.000 guariti.

La vera cura

Al momento gli esperti stanno lavorando ad un vaccino per il SARS-CoV-2 e sono già a buon punto ma una cura oggettiva non esiste per ora.

La vera piaga di cui praticamente tutti siamo vittime al momento è la paura, la paura che ci assale nel profondo del nostro animo e ci offusca la mente facendoci agire secondo un istinto che molte volte sfocia nell’animale, come si è dimostrato in questi giorni tra razzie di supermercati e panico generale.

L’utilizzo della mascherina è indicato solamente se si sospetta di essere infetti, perchè non protegge voi dagli altri, ma l’ opposto.

La vera minaccia a cui tutti siamo soggetti in questo periodo è la gigantesca mole di disinformazione che troviamo in rete e il conseguente panico che ne deriva.

Cercate sempre di informarvi da siti ufficiali, diffidate da informazioni provenienti da terzi e cosa ancora più importante osservate le norme previste dal governo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram