iPhone virtuale: Apple fa causa perché viola il copyright

Apple fa causa all’iPhone virtuale usato per trovare i bug in iOS.

La Corellium è stata accusata da Apple perché viola la proprietà intellettuale dell’azienda di Cupertino, fornendo iPhone virtuali. Perché tutto ciò? Apple qualche tempo fa, ha alzato l’asticella di ricompensa – fino ad arrivare ad 1 mln di dollari – per chi riuscisse a trovare dei bug all’interno del suo sistema operativo, iOS.

Corellium fornisce da qualche anno, agli hacker, un iPhone virtuale con il quale esercitarsi, e secondo quanto riporatato da Bloomberg, questo “fake” iPhone violerebbe il copyright dell’azienda californiana.

Come fa Corellium a distribuire tali iPhone?

iPhone virtuale

Semplicemente la società vittima della denuncia, distribuisce un software installabile sul computer, con il quale, scegliendo il modello di iPhone desiderato e la versione del OS, permette agli hacker di esercitarsi.

“Sebbene Corellium si ritenga uno strumento di ricerca per coloro che cercano di scoprire vulnerabilità della sicurezza e altri difetti nel software Apple, il vero obiettivo di Corellium è trarre profitto dalla sua palese violazione”

Questo è quanto Apple ha riportato nella denuncia fatta all’azienda.

Il software di Corellium non è la prima volta che viene usato per scovare i bug, nei dispositivi della mela; solo che prima i bug trovati venivano venduti al miglior offerente sul mercato del dark web. Casa Cupertino ha alzato il dollaro proprio per evitare questo tipo di atteggiamento da parte degli utenti, ma questo sembra funzionare solo in parte. 

Ti potrebbe interessare: Come trasferire foto da iPhone a Mac senza iTunes

Bloomberg ha notato inoltre che, la società denunciata, ha di recente aggiornato la sua politica sulla privacy ed ora Corellium ha 21 giorni per contrastare la denuncia ed evitare una possibile chiusura.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram