Eyes in the forest

Eyes in the forest, il progetto Google che sfrutta l’AI per salvare l’ambiente

Eyes in the forest è un progetto ideato da Google che ha come scopo il tutelare l’ambiente e la biodiversità, questo avvalendosi dell’Intelligenza Artificiale.

In base ai dati forniti dal Living Planet Report 2018 del WWF, a partire dal 1970 i vertebrati presenti sulla Terra sono il 60% in meno, e secondo l’ultimo rapporto IPBES c’è un forte rischio estinzione di oltre un milioni di specie animali

Wildlife Insights

Per tutelare al meglio le specie a rischio c’è bisogno di monitorare le zone in cui vivono gli animali selvatici, i ricercatori fanno quindi affidamento alle foto-trappole – ovvero speciali macchine fotografiche che si attivano quando passano gli animali -.

Dato che gli animali hanno paura dell’uomo, queste fotocamere servono a tenere d’occhio lo stato di salute, spostamenti e migrazioni.

Leggiti anche: Corso di Intelligenza Artificiale GRATIS!

E l’Intelligenza Artificiale?

E’ proprio grazie a queste particolari macchine fotografiche che l’AI riesce ad analizzare e catalogare le migliaia d’immagini scattate dalle foto-trappole.

Questo va a colmare l’infinito lavoro manuale che si doveva fare prima.

E’ grazie a Google, che mette a disposizione la sua tecnologia di riconoscimento delle immagini, che i ricercatori adesso possono passare ad un livello successivo e a svolgere un lavoro meno macchinoso.

Eyes in the forest – In conclusione

Per concludere, questo sistema è in grado di analizzare, catalogare ed identificare la specie fotografata in pochi secondi, 1000 volte più veloce di come farebbe un uomo!

La precisione varia tra l’80 e il 98,6% e l’AI di Google può riconoscere 614 specie di animali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram