Attività fuori da Facebook, sarà la nuova funzione del Social

Il social network sta per introdurre una novità che potrebbe sfavorire la stessa azienda, si chiama “attività fuori da Facebook” e permette di cancellare i dati di app e siti condivisi con il social.

Come hai letto dal titolo, “attività fuori da Facebook” è il nome di una nuova funzione che l’azienda di Mark Zuckerberg, introdurrà in tutto il mondo.

Grazie a questa nuova funzione, ogni singola persona iscritta al social potrà eliminare i propri dati che aziende terze hanno trasmesso a Facebook. La società è sotto controllo da un bel po’ di tempo dopo lo scandalo “Cambridge Analytica”, e con questa nuova funzione, Facebook prendere posizione nel proteggere la privacy dell’utente.

Leggi anche: Facebook ci spia quando scriviamo

Erin Egan, responsabile delle politiche sulla privacy, e David Baser, direttore gestione di prodotto, fanno sapere che il Social Network sta lavorando da un po’ di tempo a questa funziona e inizierà a distribuirla, inizialmente come fase di test, nei paesi come Irlanda, Spagna e Corea del Sud. Dopodiché questa verrà rilasciata al resto del mondo.

Come funziona e perché è importante questa funzione?

“Attività fuori da Facebook” è una sezione dell’app social che permette di controllare quali siti o app che avete aperto, hanno inviato i vostri dati a Facebook. Questi dati però, non solo potranno essere controllati, ma potranno essere anche cancellati.

Ad esempio:

ti è mai capitato di andare a ricercare un determinato prodotto su Amazon e poi ritrovarlo nel tuo feed di Facebook come inserzione?

Ecco, questo è quello che fanno la maggior parte dei siti web e delle applicazioni. Inviano i dati a facebook, per poi rintracciare lo stesso utente e fargli arrivare la pubblicità di quel prodotto.

Ti potrebbe interessare anche Facebook e Google ci tracciano anche quando visitiamo i siti porno

Attività fuori da Facebook

Se l’utente, tramite la nuova funzione, cancellerà la cronologia online dei dati, Facebook non potrà usare più quegli stessi dati per rintracciare l’utente. Inoltre, la società ammette che questo nuovo punto a favore dell’utente, andrà a sfavore della società, perché il business principale del social è la pubblicità, la quale potrebbe diminuire con la funzione di cui vi abbiamo appena parlato.

L’azienda di Mark afferma che è aperta a nuove strade e chiede aiuto agli esperti di privacy per migliorare e produrre altri strumenti come questi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram