Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Un nuovo mondo dove tutto può essere possibile può essere realtà? Forse si, forse no. Però possiamo comunque viverlo grazie alla Realtà Virtuale (Virtual Reality o  VR).

Hai presente quando da piccolo o tutt’ora vai al cinema a vedere un film in 3D, ecco quella è la sensazione che si ha quando ci si immerge nella realtà virtuale. Ma vediamo tutto da più vicino.

Cosa è la realtà virtuale?

Come puoi ben dedurre dalla stessa parola “realtà virtuale” questa è una realtà che effettivamente non esiste, ma che viene replicata. Mi spiego meglio.

La realtà virtuale è un ambiente digitale che viene creato da più computer. Questa permette di vivere, tramite delle tecnologie, esperienze totalmente diverse indipendentemente dal luogo nel quale ci troviamo.

Uno degli esempi di realtà virtuale è quello che fa Playstation grazie al suo sensore VR. Questa è in grado di immergeti all’interno del videogioco, ma non lo fa del tutto. Si, perché il solo sensore per vedere non ti trasmette tutta l’esperienza, più tardi lo approfondiremo.

Vediamo come fa.

Come funziona la realtà virtuale e quali sono le sue caratteristiche

Come per un video, la realtà virtuale è una sequenza di immagini ma a 360 gradi, il che è incredibile solo a vederlo. 

Bisogna sapere che dietro a quello che vediamo quando usiamo un tecnologia del genere, dietro c’è tanto, ma tanto lavoro. Pensa quando noi ci giriamo attorno, il sistema percepisce la rotazione della nostra testa e ci fa vedere un altro spazio all’interno del video.

Ovviamente questa è solo una piccola parte, che viene chiamata VR non immersiva, perché effettivamente non sei dentro al mondo digitale creato, almeno non del tutto.

In una realtà virtuale immersiva c’è ancora più lavoro e più elaborazione dati che il sistema deve fare.

ASPETTA…ASPETTA, forse sto correndo troppo. Prima di proseguire ti spiego la differenza tra VR immersiva e non:

  • realtà virtuale non immersiva: è quella realtà in cui tu vedi semplicemente un video a 360 gradi e muovendo la testa vedi gli altri spazi. Questo non ti isola e non ti fa vivere una vera e propria esperienza.
    Infatti un esempio può essere quando tu integri il tuo smartphone in un sensore VR.
  • realtà virtuale immersiva: a differenza di quella citata prima, questa ti permette di vivere una vera e propria esperienza, ti coinvolge completamente grazie all’utilizzo di una tuta, un sensore e altra tecnologia che coinvolge tutti i sensi.
    Attualmente non sono molte le aziende che dotano di tecnologie immersive ma pian piano ne crescono sempre di più.

La realtà virtuale immersiva che è in grado di dare una vera e propria esperienza, come se ti teletrasportasse in un altro mondo ed è quella più complessa da realizzare.

Facciamo un esempio.

Sei in un videogioco: ti trovi in una foresta buia illuminata solo dalla Luna, senti il verso di un gufo che se la sta cantando, sei teso e ad un certo punto qualcosa ti sfiora la gamba, ti spaventi muovi le foglie e senti altri rumori.

Bene, il sistema deve gestire tutte queste cose contemporaneamente.

Deve farti visualizzare la parte video a 360° gradi, emettere i suoni che sei in grado di sentire grazie alle cuffie e farti vibrare la parte della gamba in cui sei stato sfiorato (e non farti vibrare tutta la gamba).

Questo è quello che succede dietro alla VR immersiva.

Incredibile, vero?

Applicazioni della VR nella vita reale

Come tutte le nuove tecnologie, la realtà virtuale non nasce per gioco bensì per renderla utile a livello umano.


Per quanto possa essere difficile, ad oggi, iniziamo già a vedere alcune delle sue applicazioni nella vita reale.

Ad esempio la realtà virtuale viene applicata nella medicina. Un po’ di tempo fa grazie a questa tecnologia, l’uomo è riuscito a svolgere il primo intervento in realtà virtuale. L’intervento è stato fatto dal Royal London Hospital in collegamento con l’India. Un dottore dall’India, grazie alla VR è riuscito in tempo reale a svolgere l’operazione.

Con la capacità di ricreare ambienti e immergersi in essi, è molto più facile per l’uomo gestire il tutto.

Anche per persone che soffrono di Alzheimer, ad esempio, si possono ricreare i ricordi per riattivare la parte del cervello di quella persona, così da farla recuperare meglio durante la terapia.

Questa tecnologia è utile anche in moltissimi altri campi, ma grazie alla realtà aumentata questa può esprimere ancora più potenziale.

Qual è la differenza tra realtà virtuale e realtà aumentata?

realta virtuale - realtà aumentata
from Pexels

La realtà aumentata (AR) a differenza della realtà virtuale può essere usata anche senza dei sensori, basta uno smartphone che abbia un sensore ToF così da rendere tutto più reale.

Un esempio di realtà aumentata è il gioco Pokemon Go nel quale, usando la fotocamera, si possono catturare i Pokemon digitali nell’ambiente reale.

Quindi a differenza della realtà virtuale, questa permette di aggiungere oggetti digitali nell’ambiente circostante.

Grazie alla VR, alla AR e alle nuove tecnologie come l’Intelligenza Artificiale che sfrutta il Machine Learning e i Big Data, tutto ciò può realmente fare una grande differenza in tutti i settori presenti e quelli futuri.

realtà aumentata - realtà virtuale
from Pixabay

Per concludere ti lascio con altri esempi reali.

Ikea sfrutta la AR e con la sua app, permette di selezionare i mobili e vedere come stanno nello spazio di casa.

Ci sono inoltre, applicazioni che permettono agli architetti di prendere le misure e avere una piantina (non so se questo è il termine tecnico) di una casa in pochissimo tempo senza fare sforzi e senza prendere il metro.

Insomma queste sono solo poche delle potenzialità di tali tecnologie, quindi perché non approfondire?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Antonio Furioso

Antonio Furioso

Fondatore di Neuragate. Credo molto in quello che le immagini possono comunicare, per questo sono fortemente attratto dalla Computer Vision. Mi piace tutto quello che è nuovo. La curiosità è quella che mi spinge oltre le aspettative e a fare sempre di più.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti