L’Intelligenza Artificiale contro l’umanità: dobbiamo preoccuparci?

intelligenza artificiale contro l'umanità

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Nei film di fantascienza, come Matrix o Morgan, viene presentato uno scenario drammatico nel rapporto che c’è tra umanità e Intelligenza Artificiale (per Intelligenza Artificiale intendiamo robot e macchine intelligenti). Ma c’è bisogno di preoccuparsi seriamente? Qual è il futuro che ci aspetta con l’avvento dell’IA? Let’s see!


L’Intelligenza Artificiale (o abbreviata IA) permette di trovare il modo più efficace per raggiungere un’obiettivo, grazie al confronto e all’analisi di dati. Se vuoi saperne di più, clicca qui!


L’Intelligenza Artificiale contro l’umanità: Indice

Un terribile scenario: l’estinzione umana

fonte

Sono svariate le persone che studiando questo campo dell’informatica, sostengono l’idea secondo cui i robot un giorno spazzeranno via l’uomo.

Prima di trarre giudizi personali, cerchiamo almeno di capire il perché di questo pensiero.

L’Intelligenza Artificiale ha un enorme potenziale, perché il suo progresso è relazionato al tempo e quindi più passano gli anni e più l’IA si sviluppa e migliora.

L’idea che una serie di algoritmi possa prendere una decisione autonomamente spaventa a molti: è come un essere umano privo di coscienza e sentimenti, che agisce e prende decisioni solo per convenienza e ordini.

Quindi moriremo tutti?

No, ogni nuova tecnologia ha pro e contro, persone che la sostengono e altre che non vogliono nemmeno sentirne parlare (basti pensare al 5G e alle rivolte civili contro delle povere antenne…).

Ci sono altrettanti studiosi di questo campo che invece pensano in maniera ottimista, affermando che i progressi dell’IA saranno a beneficio dell’umanità: come?

L’Intelligenza Artificiale porrà fine alla povertà

Beh letta così sembra abbastanza fuorviante, ma vediamo come mai uno dei dirigenti di Alphabet (azienda negli USA con a capo Google e altre società) ritiene che l’IA possa mettere fine alla povertà estrema.

La soluzione a uno dei problemi più grandi che tocca la nostra società da svariato tempo, secondo Demis Hassabis, CEO di Deepmind, potrebbe arrivare con la creazione di intelligenze artificiali di tipo generico, che porterebbero una visione planetaria dei problemi.


Leggi anche: Cos’è l’Intelligenza Artificiale Generale


Ci sono degli applicativi del machine learning in via di sviluppo e che potrebbero permetterci di mappare le situazioni di povertà estrema sparse in giro per il mondo, al fine di intervenire in maniera mirata ed efficace.

Si tratta di tecnologie giovani ma promettenti, le quali potrebbero far pendere l’ago della bilancia verso un utilizzo etico dell’intelligenza artificiale.

L’IA ci ruberà il lavoro?

Anche questo è un tema caldo, e ne abbiamo parlato in maniera approfondita in questo articolo.

Senza andare nello specifico, bisogna tenere a mente che tutte le grandi rivoluzioni (come quelle agricole e industriali) hanno portato molti lati positivi, facendo fare lavori molto faticosi per l’uomo a degli strumenti tecnologici (per esempio in ambito agricolo, l’irrigatore è una sorta di macchina che aiuta il contadino ad annaffiare, mentre lui si occupa di altro).

Jeffrey Dorman, associato nel Corporate & Securities Group, sostiene che le macchine non possano sostituire l’uomo, poiché incapaci di svolgere attività creative. Per esempio, progettisti e artisti non scompariranno mai per via dell’IA, anzi questa li aiuterà nel loro lavoro.


Leggi anche: L’Intelligenza Artificiale ruberà il lavoro a uno UX/UI Designer?


Intelligenza Artificiale contro l’umanità: sta a noi scegliere cosa credere

Quale ETF Scegliere? - Segreti Bancari

E sì, ognuno dice la sua e questo crea varie scuole di pensiero. L’IA è una grande risorsa, come lo è anche Internet.


Per esempio Internet

Internet può essere usato per comunicare istantaneamente, fare videochiamate evitando così di uscire di casa, tenersi aggiornati e fare ricerche.

Ma può anche essere usato per offendere alcune persone, diffondere fake news e altre attività volte al danneggiare qualcuno per semplice divertimento o per interesse personale.

Perciò, i problemi del mondo ci sono da svariato tempo: se l’IA può dare una mano a risolverli siamo tutti che felici: ma il problema dell’uomo è l’egoismo e difficilmente sarà l’essere umano a porre fine ai disagi con cui conviviamo.

Fonte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Matteo Leva

Matteo Leva

Ciao

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti
Neuragate