Cos’è l’iniziativa 2045

iniziativa 2045

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Diventare immortali entro un paio di decenni, ecco cos’è l’iniziativa 2045.

Il miliardario Dmitry Itskov ha riunito i più grandi scienziati per donare l’immortalità a sè stesso e ai posteri.

Sembra la trama di un film futuristico o di una serie tv alla Altered Carbon, ma di questo abbiamo già parlato qui: AI come in Altered Carbon.

Ovviamente quando si parla di andare oltre la morte, le questioni tecniche e scientifiche sono irrilevanti, infatti quelle etiche polarizzano l’opinione di tutti.

L’obiettivo dell’iniziativa 2045

L’iniziativa prende anche il nome di“Progetto Avatar” e si divide in 4 stadi:

A Avatar: in questa fase del progetto, da sviluppare tra il 2015 e il 2020, cercheremmo di costruire un robot totalmente controllato dalla mente umana.

B Avatar: in questa fase, da realizzare tra il 2020 e il 2025, si mira a impiantare il cervello di una persona che sta per morire in un avatar robotico.

C Avatar: da sviluppare tra il 2030 e il 2035, in questa fase si tenterà di scaricare il contenuto di un cervello umano in un supporto artificiale.

D Avatar : in questa fase si sviluppa un’esistenza “olografica”, quindi una vita virtuale in cui la persona esiste e “cresce” all’interno di un sistema computerizzato, senza un supporto fisico individualizzato.

iniziativa 2045

A che punto siamo arrivati?

L’ ippocampo di alcuni topi da laboratorio è stato trasportato in microchip senza perdere i ricordi.

Molte informazioni non sono ancora pubbliche, ma sappiamo che l’obiettivo è generare ologrammi autonomi e senzienti.

Sappiamo anche che la squadra di ricercatori è composta tra i 30 neuroscienziati con più risultati al mondo.

Iniziativa 2045 e intelligenza artificiale

Trasferire i ricordi non è facile, figuriamoci la consapevolezza verso essi.

L’unico modo per ottenere questi risultati è usare intelligenze artificiali del tipo generalizzato che riproducono il pensiero umano.

Per ora questo non è ancora possibile, ma il team di Dmitry Itskov sta lavorando attivamente alla creazione di enormi ecosistemi di reti neurali e AGI per riprodurre il pensiero umano e creare ricordi.

Etica e questioni aperte

transumanesimo

La maggior parte delle questioni sono sollevate anche nel manifesto del transumanesimo che potete trovare anche qui.

Il transumanesimo è un movimento culturale che sostiene l’uso delle nuove tecnologie sull’uomo, così da portarlo ad un nuovo stadio dell’evoluzione umana.

Ovviamente un’ondata di pensiero conservatore ostacola le idee del transumanesimo.


Voi cosa ne pensate? Siete a favore dell’implementazione delle nuove tecnologie sull’uomo o avete un pensiero più conservatore?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Valerio Cattedra

Valerio Cattedra

Ciao! Il mio nome è Valerio e sono un inguaribile curioso. Nella vita mi sono sempre dedicato a conoscere, per questo la mia più grande passione è scoprire nuovi luoghi e nuove tecnologie. Il mio obiettivo? Far conoscere questo stile di vita proprio a te.

Articoli consigliati


Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti
Neuragate