Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Scrivo questo articolo perché la data science è una delle cose che sto studiando in questo periodo. Oggi vediamo chi è il data scientist, cosa fa, perché è una figura importante in un’azienda, come lo si diventa e quanto guadagna.

Se sei pronto a scoprire il mondo del data scientist possiamo già cominciare, partiamo?

Let’s Go!

Chi è un data scientist?

La figura del data scientist è una professione che è apparsa solo negli ultimi anni. Questa professione è nata insieme all’evoluzione tecnologica da parte delle aziende.

Il data scientist è una persona che è in grado di lavorare con grandi quantità di dati, detti big data. Perché i big data sono importanti per questa figura professionale?

Grazie all’enorme quantità di dati raccolti dalle aziende il data scientist è in grado, grazie a tecniche di Machine Learning (branca dell’intelligenza artificiale), di fare delle previsioni necessarie al miglioramento della società in cui opera o per il quale opera.

Cosa fa una persona che opera nella scienza dei dati?

data scientist

Come ti ho già anticipato questo tipo di professionista lavora con i dati, grandi quantità di dati. Lui grazie a questi dati presi da un dataset (una tabella di dati) riesce a fare delle analisi utili al business dell’azienda.

Dalle analisi fatte si determinano molte delle decisioni aziendali. 

ATTENZIONE PERÒ!

Perché a differenza di altre professioni che possono includere le stesse competenze, quello che contraddistingue il data scientist è proprio riuscire ad analizzare e manipolare dati non strutturati.


Dati strutturati: sono i tipi di dati che sono organizzati, hanno un ordine e possono essere facilmente letti e organizzati da un sistema automatico.

Dati non strutturati: sono quei dati che non sono in ordine, dati che derivano di solito dall’input dell’utente, dai messaggi, email ecc. e che quindi è più difficile organizzarli e classificare in modo automatico.


Il data scientist oltre ad essere una figura esperta nell’analizzare e manipolare i dati, è un professionista che deve conoscere il settore in cui opera, deve avere conoscenze di business.

Questo serve perché lui ha il compito di guidare, grazie ai dati e alle previsioni su di essi, le decisioni che la società dovrebbe prendere per arrivare all’obiettivo imposto.

Quindi perché è un ruolo importante?

Questo tipo di professione è molto ricercata da parte delle aziende perché è un ruolo ritenuto fondamentale per la crescita del business.

Non è una figura che si trova da tutte le parti e tra poco capiremo anche il perché di questo.

Ad oggi quello che molte persone ignorano è che nel mondo digitale, i dati sono quello di più prezioso che un’azienda può ottenere da ogni persona, più degli stessi soldi. Perché?

Una volta che una società è riuscita a prendere i tuoi dati, può ottenere molto da quelli e può riuscire a farti acquistare più volte i prodotti e/o servizi della stessa azienda.


Quindi avere una figura che sappia leggere tutte queste informazioni, manipolarle e poi utilizzarle per far generare ulteriori utili all’azienda è davvero importante ad oggi.

Ora che sappiamo chi è, cosa fa e perché è importante per una società avere una figura come il data scientist al suo interno, vediamo come diventare un data scientist.

Come diventare un data scientist e tutto quello che deve conoscere

data scientist - programmazione
Immagine di Pixabay

Una delle domande che molti si fanno è “come diventare data scientist e quali competenze e materie bisogna conoscere?”.

Ci sono diversi percorsi che puoi seguire per intraprendere questa professione.

Il primo percorso che puoi intraprendere è quello universitario. L’università è una delle vie più lunghe per via degli anni che ci metti per prendere la laurea; esistono diversi percorsi di laurea che hanno a che fare con questa professione, ma questo dipende dalla città e dall’università in cui vorresti andare a studiare.

Un’altra via per intraprendere questa professione è studiare tramite dei corsi online o offline fatti da università prestigiose che si dedicano a formare studenti che vogliono entrare nel mondo del lavoro digitale e nel mondo dei dati.


Un esempio è il corso di Data Science dell’università John Hopkins, la quale lascia anche un certificato valido per ottenere un lavoro nel campo.


Infine, un’ultima via che ti posso suggerire è quella di studiare autonomamente.

Come studiare autonomamente?

Se scegli questa strada devi essere tanto disciplinato e determinato. Puoi studiare anche qui tramite dei corsi online che puoi trovare gratuitamente o a pagamento. Questo, secondo il mio parere e un percorso un po’ più complesso se non disponi di una direzione da seguire per studiare quel che serve.

Ok, quindi cosa deve sapere e conoscere una persona che opera nella data science?

Ci sono delle competenze necessarie che un data scientist deve avere.

Questo professionista deve essere molto bravo in materie come algebra e statistica. Lavorando con i dati è necessario che tu sappia come puoi manipolare questi dati e quali analisi puoi trarre in base alle conoscenze di queste materie.
Ovviamente più è profonda la tua conoscenza e più saranno accurate le tue analisi, quindi queste due materie sono FONDAMENTALI.

Devi saper programmare, questa è un’altra delle caratteristiche che è importante. Grazie alla conoscenza di un linguaggio di programmazione come Python (il più utilizzato nella data science) puoi manipolare i dati molto più facilmente.

Come ho detto anche prima, un data scientist deve avere conoscenze di business, almeno nel settore in cui opera. Deve conoscere il prodotto in modo che possa fare una migliore previsione.

Per finire la lista delle conoscenze necessarie, abbiamo la capacità di comunicazione. Sì, perché una cosa che non ti ho detto prima è che, il data scientist è la persona che comunica, a chi non sa interpretare i dati, quello che quest’ultimi dicono.

Va bene, detto tutto ciò arriviamo alla parte finale e quella più clou di questo articolo.

Quanto guadagna un data scientist?

Essendo una delle professioni più ricercate dalle aziende e una delle professioni che richiedono più competenze per una singola persona, questa figura viene ben pagata.

Lo stipendio di un data scientist varia in base all’esperienza e al tipo di ruolo, se freelance o dipendente junior o senior.

Una figura junior di questo tipo può arrivare a guadagnare anche fino a 30.000/35.000 euro lordi all’anno, in Italia. La figura senior invece, nel momento in cui sto scrivendo questo articolo può arrivare a guadagnare anche fino ai 57.000 euro lordi all’anno.

Ovviamente il tutto dipende dall’azienda da cui vieni assunto, dal tipo di contratto e soprattutto dalla tua esperienza e le tue competenze aggiuntive.

Ma quanto guadagna un data scientist freelance?

Al contrario di una figura dipendente, chi decide di mettersi in proprio e di fare consulenze e progetti per le aziende che lo richiedono, un data scientist freelance può guadagnare anche 10.000 euro al mese.


Bene, come hai potuto leggere il percorso per intraprendere questa professione non è del tutto semplice, ma spero comunque di averti chiarito le idee con questo articolo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Antonio Furioso

Antonio Furioso

Fondatore di Neuragate. Credo molto in quello che le immagini possono comunicare, per questo sono fortemente attratto dalla Computer Vision. Mi piace tutto quello che è nuovo. La curiosità è quella che mi spinge oltre le aspettative e a fare sempre di più.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti