Copernicus, l’algoritmo di IA contro i terrapiattisti

Copernicus

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Avete presente tutte quelle persone che credono che la terra sia piatta? Beh Copernicus è l’algoritmo di IA che li ha letteralmente smontati.

Scherzi a parte, quello che ha fatto Copernicus è veramente eccezionale e lo ha fatto diventare un caso studio del settore.

Prima di scoprire perché Copernicus è un algoritmo di IA da studiare è importante sapere il concetto di Deep Learning.

Noi di Neuragate abbiamo parlato del Deep Learning nel modo più semplice ed accessibile, ma ci rendiamo conto che un caso studio può aiutare a capire questo concetto.

Cosa ha fatto Copernicus

L’algoritmo di IA è stato creato in Svizzera dal Politecnico Federale di Zurigo, sotto la supervisione di Renato Renner.

Venne creato per studiare ed analizzare i grandi insieme di dati nelle equazioni complesse, come quelle contenute nella teoria della relatività di Einstein.

L’algoritmo di Intelligenza Artificiale però ha fatto una deduzione per niente scontata.

Copernicus non ha solo scoperto che la Terra non è piatta

Copernicus ha scoperto il moto di rotazione e rivoluzione della Terra solo osservando i dati e deducendo il movimento dei pianeti.

La cosa assurda è che noi umani abbiamo impiegato secoli ad affermare questa scoperta e renderla comprensibile alla maggior parte della popolazione mondiale (sappiamo benissimo che una piccola parte di noi è rimasta della “vecchia scuola”).

copernicus
Copernico è considerato il pioniere del pensiero che porta il suo nome, secondo cui la terra ruota intorno al Sole e non il contrario

Questa deduzione non è stata per niente semplice per noi umani, ma ecco che un algoritmo la conferma e in poco tempo: come ha fatto un algoritmo a fare questo tipo di deduzione?

Ecco l’arcano svelato

Il Deep Learning, come abbiamo già visto, permette di conoscere un singolo settore in maniera specifica e profonda tramite la costruzione di reti neurali.

La rete neurale è strutturata in una prima sottorete che apprende da un set di dati, mentre la seconda utilizza i dati raccolti per fare nuove previsioni.

Ecco che l’analisi dei dati ha permesso all’algoritmo di dedurre che la Terra non è piatta, ma che ruota anche su se stessa e intorno al Sole.

L’ intelligenza artificiale al servizio della scienza

Abbiamo visto come l’intelligenza artificiale stia arrivando ovunque e la scienza non è esclusa.

Dalla medicina, fino alle stelle ecco che l’IA si sta rivelando utile e versatile in diversi campi.

Quale sarà la prossima conquista dell’intelligenza artificiale? Più che una conquista, pensate che l’automazione possa aiutare ed affiancare l’operato dell’uomo?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Valerio Cattedra

Valerio Cattedra

Ciao! Il mio nome è Valerio e sono un inguaribile curioso. Nella vita mi sono sempre dedicato a conoscere, per questo la mia più grande passione è scoprire nuovi luoghi e nuove tecnologie. Il mio obiettivo? Far conoscere questo stile di vita proprio a te.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti
Neuragate