American National Standards Institute Inc.

Si parla quasi sempre in modo negativo del progresso che l‘Intelligenza Artificiale sta facendo, soprattutto per quanto riguarda i posti di lavoro a rischio. In questo articolo vedremo dove l’IA non ci ruberà il lavoro e quali sono quindi le figure lavorative che possono stare tranquille.

Perché l’IA è preoccupante per alcuni lavori?

L’Intelligenza Artificiale permette di far risparmiare tempo e denaro, analizzando dati e compiendo operazioni in maniera automatica.

Ciò fa preoccupare alcune figure lavorative ripetitive e facilmente automatizzabili: come cassieri, venditori di telemarketing, operai e anche tassisti.

Questo stando a quanto dice un noto analista l’intelligenza artificiale eliminerà anche i lavori che sono fisicamente dannosi o pericolosi per l’uomo“.

L’Intelligenza Artificiale non ruberà il lavoro ai creativi

intelligenza artificiale non ci ruberà il lavoro
fonte

Ci sono però lavori che non hanno motivo di essere automatizzati, e perciò lavoratori che possono dormire sonni tranquilli. Questi sono i settori che richiedono la creatività, come manager di marketing e grafici, giusto per dirne due.

Per esempio in un recente articolo abbiamo visto come lo UI/UX Designer non deve preoccuparsi, dato che un maggior progresso dell’IA può portare solamente che un aiuto per il designer.

Ti potrebbe interessare: Data Mining cos’è e perchè è importante

A cosa servono le macchine sennò?

Nel libro La caffettiera del masochista, Donald Norman sottolinea il fatto che le macchine (computer) siano state realizzate con lo scopo di aiutare l’uomo dove non arriva: calcolare e analizzare grandi quantità di dati e numeri.


L’Intelligenza Artificiale non ruberà il lavoro a coloro che sprigionano la loro creatività, anzi, li aiuterà nell’eliminare il lavoro di ricerca e analisi e lascerà loro più tempo per dedicarsi a ciò che noi esseri umani sappiamo fare meglio: creare.


Ricordiamo sempre che l’AI creerà sicuramente nuovi posti di lavoro per coloro che sono disposti ad abbracciare le nuove tecnologie.

Molti posti di lavoro si trasformeranno e dato che varie figure dovranno collaborare insieme all’Intelligenza Artificiale, ci sarà bisogno di qualcuno che monitori il tutto, il cosiddetto AI Manager.

Fonte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Matteo Leva

Matteo Leva

Ciao

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti