Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Hai mai trovato una vecchia foto, o fatto una foto in un bel momento ma che purtroppo è venuta un pò mossa? Nessun problema, oggi ti spieghiamo come l’Intelligenza Artificiale migliora le foto.

C’è sempre un buon motivo per volere qualcosa in più dalla tua fotocamera, ma non sempre con un fotoritocco si può aggiustare il limite dell’hardware.

Ecco che interviene l’intelligenza artificiale e, anche se il compito da assolvere può sembrare semplice, si tratta di un algoritmo veramente complesso.

Prima di scoprire come l’IA può migliorare le foto, noi di Neuragate abbiamo creato un articolo apposta per te, così da capire cosa si cela dietro questo fine algoritmo.

deep learning neuragate
Leggi il nostro articolo per il Deep Learning

Che cos’è la risoluzione?

Se vogliamo aumentare la risoluzione delle nostre foto, dobbiamo prima sapere che cos’è la risoluzione.

Risoluzione, come l'IA migliora le foto
Ecco una semplice immagine, quanto efficace, può far capire la differenza tra le diverse risoluzioni.

La qualità delle immagini dipende dalla quantità di informazioni in essa contenute.

Le informazioni nelle immagini vengono classificati in base a tre parametri, ma quelli che dobbiamo tenere in considerazione per comprendere l’algoritmo, è solo una.

Il PPI (Pixels Per Inch) è il numero di pixel visualizzati sia verticalmente che orizzontalmente in ogni pollice quadrato di un’immagine digitale.

Come fa l’Intelligenza Artificiale a migliorare le foto?

La maggior parte di questi algoritmi aggiunge le informazioni mancanti, tramite la ricostruzione dei pixel.

La funzionalità di scaling permette di migliorare la qualità di foto e video, quindi di aumentare la risoluzione, ovvero le informazioni native.

Questa funzionalità è già nota ed è implementata in lettori video, televisori e addirittura sulla nuovissima PS5.

Esatto anche Sony sfrutta algoritmi di upscaling per migliorare l’esperienza di gioco.

Vediamo come l’Intelligenza Artificiale di Google migliora le foto

Google è famosa per il suo algoritmo di IA che migliora le foto scattate dai suoi smartphone.

Le due reti neurali sviluppate dal colosso di Mountain View funzionano in questo modo:

  • La prima rete “di condizionamento” mappa i pixel a bassa risoluzione e li sostituisce con altri simili, ma ad alta risoluzione.
  • la seconda rete “prioritaria” aggiunge i dettagli (ovvero le informazioni) contenute in immagini già esistenti in immagini simili.

Il risultato è un’immagine non solo “upscalata”, ma anche arricchita di dettagli provenienti da foto simili.

Apple e il suo Neural Engine

Come l'Intelligenza Artificiale migliora le foto

Un altro colosso che sfrutta l’IA per migliorare le foto nei suoi dispositivi è proprio Apple.

L’azienda della mela implementa un processore nei suoi dispositivi mobile, e adesso anche sui dispositivi desktop, che permette di togliere il rumore nelle foto e nei video, upscalare immagini e usare la modalità notte.

Oltre a velocizzare i processi di rendering dei video e ottimizzazione delle foto, riesce anche ad aumentare durata e prestazioni della batteria.


Intelligenza Artificiale e hardware

In futuro l’hardware diventerà sempre più ottimizzato e meno energivoro, inoltre la maggior parte dei servizi sarà fruibile tramite il cloud.

Le lenti delle fotocamere, dopo aver scattato, passeranno il lavoro all’algoritmo di Intelligenza Artificiale che lavorerà per tutti gli amanti del punta e scatta.

Ti piace quest’evoluzione dell’hardware? Fino a che punto arriveremo con l’ottimizzazione tramite AI?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Valerio Cattedra

Valerio Cattedra

Ciao! Il mio nome è Valerio e sono un inguaribile curioso. Nella vita mi sono sempre dedicato a conoscere, per questo la mia più grande passione è scoprire nuovi luoghi e nuove tecnologie. Il mio obiettivo? Far conoscere questo stile di vita proprio a te.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti