Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

L’intelligenza artificiale si sta facendo spazio in ogni settore e la classificazione dei film non sarà da meno.

Solitamente le classificazioni dei film vengono fatte manualmente, andando a cercare scene violente e che possono urtare la sensibilità del pubblico.

I ricercatori dell’USC Viterbi hanno cambiato questo paradigma, introducendo un nuovo algoritmo di Intelligenza Artificiale.

L’AI può dare una classificazione oggettiva?

Usando l’AI  applicata ai copioni del film, i ricercatori affermano di poter valutare il contenuto di un film in pochi secondi, non servirebbe neanche di girare la scena!

Valutare un film è alquanto soggettivo, ma adesso non sarà più un problema grazie a questo nuovo strumento di intelligenza artificiale.

valutazione film

I ricercatori dell’USC Viterbi, hanno dimostrato che i segnali linguistici possono indicare in modo efficiente comportamenti violenti, abuso di droghe e contenuti sessuali sta per essere preso dai personaggi di un film.

Come funziona l’AI per la classificazione dei film

L’ algoritmo di AI elabora lo script attraverso una rete neurale e lo scansiona per la semantica e il sentiment espresso, quindi classifica le frasi al fine di produrre una valutazione.

Victor Martinez, il ricercatore principale dello studio, ha dichiarato: “Il nostro modello guarda la sceneggiatura del film, piuttosto che le scene reali, inclusi ad esempio suoni come uno sparo o un’esplosione che si verificano più tardi nella pipeline di produzione.

Questo ha il vantaggio di fornire una valutazione molto prima della produzione per aiutare i registi a decidere, ad esempio, il grado di violenza e se è necessario attenuarlo “.

Riflessioni interessanti sull’algoritmo

I ricercatori hanno anche riscontrato modelli interessanti nel loro studio. Sembra esserci una certa correlazione tra le scene esplicite e quelle violente nei film:

“Intenzionalmente o meno, i registi sembrano abbinare il livello di contenuto correlato all’abuso di sostanze con contenuto sessualmente esplicito”, ha detto Martinez.

Potrebbe questo algoritmo portarci verso nuove scelte autoriali o colpi di scena nei prossimi film? Quanto siamo vicini a film creati dall’AI?

Scopri come un’AI sia riuscita a creare il trailer di questo film

Rimani aggiornato! Seguici anche su Instagram e LinkedIn.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Valerio Cattedra

Valerio Cattedra

Ciao! Il mio nome è Valerio e sono un inguaribile curioso. Nella vita mi sono sempre dedicato a conoscere, per questo la mia più grande passione è scoprire nuovi luoghi e nuove tecnologie. Il mio obiettivo? Far conoscere questo stile di vita proprio a te.

Articoli consigliati

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedback
Vedi tutti i commenti