come creare una macchina virtuale

Come creare una Macchina Virtuale e una Sandbox

Come creare una Macchina Virtuale e una Sandbox, a cosa serve usarle e perchè dopo questo articolo non ne potrai farne a meno.

Le VM e le Sandbox sono due degli strumenti più noti in ambito di sicurezza informatica e non solo, vi permettono di creare ambienti di test e di lavoro in totale sicurezza.

Macchine Virtuali (VM)

Una Macchina Virtuale consiste nel creare una seconda macchina all’interno del vostro PC comprensiva di CPU, GPU, disco di memoria e RAM del tutto virtuali e sotto forma di file. Qual’ è il vero vantaggio di avere una macchina virtuale? Potete portare una VM all’ interno di una chiavetta, SSD o HDD con dentro tutti i vostri lavori e file; il tutto in un ambiente sicuro.

Un ambiente sicuro vi permette di aprire file di terze parti, ma anche di testare qualsiasi cosa senza il rischio di danneggiare la macchina principale, inoltre, se avete un pc potente, potete lavorare su diversi OS e su diversi progetti contemporaneamente e con più persone.

Sandbox

Una sandbox è un ambiente in cui non si usano tutte le funzioni, ma solo le necessarie, di conseguenza risulta essere più leggera e veloce. Si usano le sandbox, solitamente, per verificare se alcuni file contengono malware e una volta chiusa la sandbox tutte le modifiche non vengono salvate, quindi, al successivo riavvio, non rimarrà alcun dato all’ interno.

Come creare una Macchina Virtuale tramite VirtualBox

Ecco una rapida guida all’ installazione di una VM tramite VirtualBox:

Aprite il link e scaricate l’ ultima versione a 64bit del programma e ricordatevi di avere una copia digitale o fisica dell’ OS che volte installare, di cui vi lascio qualche guida per MACOS catalina e Ubuntu.

Eseguite il primo avvio e create una nuova Macchina Virtuale, quindi scegliete l’ OS di cui disponete una copia e scegliete la partizione di RAM e memoria che la macchina occuperà.

Vi consiglio di lasciare 4GB di RAM

Per la partizione disco, vi consiglio di usare un SSD esterno e almeno 64GB.

Al primo avvio selezionate la cartella su cui avete la copia dell’OS (file che termina con .iso) e seguite il setup.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram