Perché investire sulla realtà mista

Perché investire sulla realtà mista

Perché investire sulla realtà mista? Molto probabilmente sarà il trand del 2020 e degli anni a seguire, infatti è un campo ancora poco noto ed in cui si cercano figure professionali.

Un ottimo esempio di Realtà Mista, è quello dei filtri di Instagram, ormai diventati famosi e utilizzati o creati da chiunque.

Realtà mista e realtà virtuale non sono la stessa cosa

Quali sono le differenze? La prima ci permette di implementare elementi virtuali in un ambiente reale, mentre la seconda ricostruisce un ambiente virtuale in cui l’ utente può interagire.

La realtà virtuale viene solitamente impiegata per creare simulazioni che si adattano bene a contesti di addestramento (simulare la guida di una macchina in una determinata situazione impossibile da ricreare o pericolosa nella vita reale) e nei videogames, in cui Sony detiene una posizione privilegiata.

Si pensa che la realtà mista (o aumentata) abbia margini di crescita maggiori rispetto alla realtà virtuale. Pensate a studiare il corpo umano con un modello tridimensionale interattivo, che ci permette di vedere sezioni di apparati, organi e tessuto, oppure a prendere le misure per arredare la casa tramite un semplice visore e farvi vedere come apparirebbe un mobile. Se pensate che questa sia fantascienza, aspettate qualche anno.

Il business dietro

Cogliete l’ opportunità sul nascere! Ci sono diversi campi in cui potreste immettervi:

Se siete dei programmatori potreste pensare a software dedicati all’ apprendimento o a videogiochi in realtà mista per smartphone

Per quanto riguarda il giro di denaro dietro questa nuova tecnologia ecco qualche numero: circa 16 miliardi oggi e una crescita del 76% che porta la cifra a 160 miliardi di dollari entro il 2026.

Ricordatevi inoltre che molti giganti come Apple, Microsoft, Google, Sony e Facebook stanno investendo in queste tecnologie: occhi aperti!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ci teniamo a comprendere le esigenze dei nostri utenti, per questo di chiediamo di aiutarci compilando il questionario che abbiamo sviluppato. Clicca sul pulsante “Partecipa”, ci vorranno meno di 2 minuti. Grazie!